Dorna e WINDTRE annunciano il WINDTRE Rising Stars Series

Giunto al quarto anno di competizioni, il MotoGP™ Esport Championship si rinnova e propone una nuova competizione che offre ai giovani talenti la possibilità di emergere e brillare: WINDTRE Rising Stars Series.

Il mercato esports, in rapida evoluzione, richiede qualità delle connessioni sempre più elevate e affidabili. Il connubio con WINDTRE, società leader nella fornitura di questi elementi, appare dunque naturale.

Come funziona il WINDTRE Rising Stars Series

Il WINDTRE Rising Stars Series è composto da quattro challenge online, attraverso le quali i gamers si qualificheranno alle tre gare finali: una per i migliori 11 piloti delle Americhe, una per i migliori piloti europei e africani e, infine, una per i migliori 11 piloti provenienti da Asia e Oceania.

I vincitori di queste ultime otterranno la possibilità di partecipare alla fase prodraft di MotoGP™ eSport Championship 2021.

A margine dell’evento, tenutosi durante la Milano Digital Week, “5G road – smart city smart life”, Pau Serracanta (direttore esecutivo di Dorna) e Tommaso Vitali (B2C Marketing Director per WINDTRE) hanno discusso della nuova partnership tra le due società.

Vitali: “con i nostri valori di tecnologia inclusiva darà ai giovani gamers la possibilità di diventare i piloti di domani

In particolare, riferendosi all’accordo tra le società, Tommaso Vitali ha dichiarato: “Siamo onorati di avere un partner importante come Dorna, con il quale WINDTRE compie il proprio ingresso nel mercato degli esport, un’industria di intrattenimento emergente e in continua crescita. Saremo partner del MotoGP™ Esport Championship dal 2020 al 2022, perché i giocatori necessitano di una connessione di qualità elevatissima per competere al meglio. Ma saremo anche main e title sponsor per il WINDTRE Rising Stars Series. Crediamo fortemente in questa iniziativa, poiché è in linea coi nostri valori di tecnologia inclusiva e darà ai giovani gamers la possibilità di diventare i piloti di domani.”

Condividi l’articolo

X