MotoGP Esport Championship Global Series Round #1: la sfida parte da Mugello e Jerez!

Il teatro dello scontro per il primo round delle Global Series 2020, fase finale del campionato MotoGP Esport, sarà il leggendario circuito italiano del Mugello. La pista è stata inaugurata nel 1972 ed è composta da 15 curve. Uno dei punti più caratteristici del tracciato italiano è il suo rettilineo, lungo 1km e in salita. Oltre a ciò vanno segnalate due curve molto impegnative: le così dette “Arrabbiata 1” e “Arrabbiata 2”. Servirà molta abilità ai giocatori in gara per affrontare queste due curve molto veloci e cieche. Altre curve a cui prestare attenzione saranno le celebri “Casanova-Savelli” e “San Donato”. Riusciranno i piloti italiani in gara a mantenere alto l’onore nazionale su questo circuito?

La battaglia si sposterà poi a Jerez de La Frontera. Il circuito andaluso rappresenta una tappa storica e fondamentale per tutti gli appassionati di MotoGP. La pista misura 4.423 m ed è stata inaugurata nel 1985 e il primo MotoGP ospitato si è svolto nel 1987. Il tracciato conta 13 curve: 5 a sinistra e 8 a destra e richiederà una discreta tecnica da parte dei piloti per venire completato nel migliore dei modi. Il rettilineo invece è lungo circa 600 metri. La capacità di mantenere ottime traiettorie sarà fondamentale per ottenere la vittoria in questa pista iberica. Dal 2004 in poi, per quanto riguarda la MotoGP “reale”, sul podio di Jerez è sempre salito almeno uno spagnolo. Sarà così anche per queste Global Series?

La sfida inizia oggi alle 18.30! Non perderla!

Condividi l’articolo

X