MotoGP Esport Global Series Round 3: il commento di trastevere73 e AndrewZh

Il terzo round delle MotoGP Esport Global Series si è concluso e, come sappiamo, non è andato nel migliore dei modi per due dei piloti italiani in gara, Lorenzo ‘trastevere73’ Daretti e Andrea ‘AndrewZh’ Saveri.

I due infatti sono stati protagonisti di uno scontro durante la prima corsa del round, a Misano, che ha impedito ad entrambi di concludere la gara in una posizione di vertice. Per Lorenzo il riscatto c’è stato nella seconda gara, conclusa con un terzo posto. Andrea, invece, ha concluso con un decimo posto anche questa sfida.

Abbiamo contattato trastevere73 dunque, per farci raccontare le sue sensazioni sul round trascorso e sul futuro della competizione. Ecco cosa ha dichiarato:

Il terzo round è iniziato molto male. È stato un peccato perché ho sbagliato la qualifica. Nelle prove libere prima delle qualifiche, infatti, avevo ottenuto un 26 e 8 che mi avrebbe piazzato in prima o seconda posizione in griglia. La qualifica è andata male e sono stato costretto a partire in quarta posizione.

Il contatto con Andrea non è stata credo colpa sua, ma della connessione che ha causato un lag che ha fatto sì che la sua moto mi colpisse. Una grande sfortuna! La gara è stata tutta in salita dato che in curva 5 sono caduto una seconda volta al primo giro. La moto di FooXz tornando in pista da una caduta mi ha colpito. Dopo le 2 cadute del primo giro non mi sono perso di animo e ho iniziato a spingere. Speravo in qualche caduta di piloti davanti ma alla fine è non è stato così. Forse se fossi caduto una sola volta sarei riuscito a guadagnare qualche posizione in più.

Comunque paradossalmente la 9ª posizione di Misano mi ha reso più felice rispetto alla 5ª e la 6ª posizione del round 2. In queste gare, Misano e Philip Island, ho trovato un qualcosa in più, un qualcosa che mi ha fatto guadagnare a livello di velocità pura dandomi la possibilità di vincere delle gare. Purtroppo le corse sono queste ed esiste anche la sfortuna.

A Philip Island volevo riscattarmi, sapevo di essere molto veloce e di avere le carte in regola per poter vincere la gara insieme a Cristian e Adrian, ma ero consapevole anche che se avessi fatto un altro passo falso sarebbe finita.

Ero nella posizione più scomoda in cui non potevo rischiare di perdere altri punti. Abbiamo fatto una qualifica tutti e tre molto vicini.  Secondo me se avessi chiuso la qualifica in pole position o in seconda posizione la gara sarebbe stata diversa, ma trovandomi terzo in curva 2 ho capito subito che tipo di gara sarebbe stata. Avevamo tutti e tre lo stesso identico passo e io per poter sorpassare Cristian dovevo dare il 110% e rischiare di cadere. Ho spinto tantissimo con un gran passo che però era identico al loro.

Abbiamo chiuso la gara in tre in meno di un secondo, è stato una gara velocissima ma poco spettacolare senza sorpassi.

Sono ovviamente molto dispiaciuto per Misano però non sono nè arrabbiato nè giù di morale. Arriveranno le prossime due gare che sono due piste che a me piacciono tantissimo e io so che ho tutte le carte in regola per poter lottare per la vittoria! Darò il 100 percento questa volta rischiando anche qualcosa in più se ci sarà la possibilità.

Un problema di connessione e lag per Andrea invece, ecco le sue dichiarazioni riportate anche sul sito ufficiale di Ducati:

Sono davvero dispiaciuto per come sono finite queste due gare. Ero riuscito a qualificarmi bene e sentivo di avere il passo per potermi giocare il podio in entrambe le prove. Purtroppo sia in Gara 1 che in Gara 2 sono stato coinvolto in un incidente al primo giro, che mi ha costretto a rimontare dalle retrovie. Peccato, perché oggi abbiamo perso punti preziosi per la classifica del campionato.

Condividi l’articolo

X